RETE SENZA CONFINI per l'intercultura

Percorsi didattici

Accogliere per incontrare e conoscere...

Risaliamo ai primi anni di formazione della Rete Senza Confini, alle prime accoglienze di alunni stranieri, alla ricerca e preparazione dei primi materiali bilingue e, in questo risalire nel tempo, ecco storie di alunni/e che, parlando lingue differenti, si presentano in classe con tutte le loro problematiche socio-familiari.

Le storie sono raccontate in due articoli (dal Kosovo e dal Marocco), perché, oltre il tempo trascorso, possano ugualmente essere testimonianza di un accogliere per incontrare e conoscere, che è indispensabile attivare sempre...

Per andare oltre... a salvaguardia del diritto allo studio

In qualità di Funzione Strumentale per l’Intercultura, rivolgo particolare attenzione a quei ragazzi/e stranieri/e con difficoltà di apprendimento e/o socio-culturali tali da compromettere il regolare corso di studi con conseguente rischio di abbandono scolastico.
Durante quest’anno scolastico, ho seguito 6 ragazzi/e di cui tre iscritti presso l’ICS di Curtarolo e Campo San Martino - PD (un ragazzo albanese, una ragazza nigeriana e un ragazzo rumeno/turco) e tre con dichiarazione di istruzione parentale (una ragazza sinta e due fratelli rom).
Ritengo importante comunicare i percorsi educativo-didattici attivati a favore di questi ragazzi e i loro esiti al fine di ampliare, in ambito scolastico-istituzionale, riflessioni ed azioni per tutelare il diritto-dovere agli studi e alla formazione professionale e prevenire situazioni di devianza minorile.

1 | 2 | 3

Copyright © Rete Intercultura Senza Confini 2010-2015; Scuola capofila: I.C.S. di Curtarolo e Campo San Martino (PD)
All Rights Reserved.